Addio a Eddie Van Halen la leggenda Van Halen

Written by on 7th October 2020

Eddie Van Halen, il chitarrista solista della leggendaria rock band Van Halen, è morto secondo i post sui social media. Aveva 65 anni.

Il figlio di Van Halen, Wolf, ha annunciato martedì la morte di suo padre su Twitter, scrivendo:

“Non posso credere di dover scrivere questo, ma mio padre, Edward Lodewijk Van Halen, questa mattina ha perso la sua lunga e ardua battaglia contro il cancro.

“Era il miglior padre che potessi mai chiedere. Ogni momento che ho condiviso con lui dentro e fuori dal palco è stato un regalo. “

“Il mio cuore è spezzato e non credo che mi riprenderò mai completamente da questa perdita. Ti amo così tanto, papà. “

Eddie Van Halen, nato ad Amsterdam, si è trasferito negli Stati Uniti con la sua famiglia mentre si è trasferito a Pasedena, in California, nel 1962.

“Siamo venuti qui con circa $ 50 e un pianoforte, e non parlavamo la lingua. Adesso guarda dove siamo. Se questo non è il sogno americano, qual è. ” ha detto in un’intervista del 2015 a The Takeaway.

Sebbene il suo interesse iniziale per la musica fosse il pianoforte e la batteria, è passato alla chitarra dopo aver sentito suo fratello maggiore Alex eseguire una versione dell’assolo di batteria nel classico di Surfaris “Wipeout”.

I fratelli formarono una band e cambiarono il nome della band in Van Halen nel 1974, esibendosi nei club di Los Angeles, tra cui il famoso Whiskey a Go Go.

Nel 1977, hanno ottenuto un contratto discografico con la Warner e hanno ottenuto un successo con il loro debutto omonimo che ha raggiunto il numero 19 nella classifica pop di Billboard.

Van Halen è diventato uno degli artisti rock di maggior successo dell’epoca, alimentato dal successo di album come “1984”, guidato dal singolo pop numero 1 “Jump”.

Anche se “Jump” ha fatto guadagnare a Van Halen la sua prima nomination ai Grammy, non hanno vinto un trofeo fino al 1992, quando hanno portato a casa il Grammy per la migliore performance hard rock con Vocal per l’album For Unlawful Carnal Knowledge.

Oltre al suo lavoro con Van Halen, Eddie ha collaborato a progetti paralleli con artisti tra cui Gene Simmons dei KISS e ha suonato l’assolo di chitarra per il grande successo di Michael Jackson “Beat it”.

Sebbene abbia avuto una carriera di successo come musicista, Van Halen ha anche combattuto la dipendenza da alcol e droghe ed è entrato in riabilitazione nel 2007.

Eddie Van Halen

È stato curato per il cancro della lingua nel 2000 e alla fine è stata asportata gran parte della lingua. Nel 2019, ha rivelato di aver combattuto il cancro alla gola per cinque anni.

Dopo la sua scomparsa, sono arrivati ​​gli omaggi dei suoi colleghi del mondo della musica:

Gene Simmons dei KISS ha scritto su Twitter: “Eddie non era solo un dio della chitarra, ma un’anima veramente bella”.

In un altro post su Twitter, Geezer Butler dei Black Sabbath ha definito Van Halen “” Un vero gentiluomo e un vero genio “, e ha detto che era” uno degli uomini più simpatici e con i piedi per terra che abbia mai incontrato e con cui abbia mai visitato “.

 


LondonONEradio live 24h

Current track
TITLE
ARTIST

Background