Paul McCartney arrabbiato “In disaccordo con il governo italiano e Assomusica”

Written by on 10th June 2020

Lodnra ( Paola Monatanari) Lo sfogo di Paul McCartney contro il governo italiano e Assomusica:“Scandaloso che i fan italiani non siano rimborsati per i miei concerti annullati”.

Prende cosi una posizione netta, McCartney, e molto dura, su due concerti il 10 giugno  Napoli e il 13 giugno Lucca Summer Festival.

“A tutti i fan degli altri Paesi che avremmo visitato quest’estate è stato offerto il rimborso completo. L’organizzatore italiano dei nostri spettacoli ed i legislatori italiani devono fare la cosa giusta in questo caso. Siamo tutti estremamente dispiaciuti del fatto che gli spettacoli non possano avvenire ma questo è un vero insulto per i fan”, ha aggiunto Paul McCartney via social.

 

Tra le altre cose e’ un prassi tutta italiana all’estero non viene fatto cosi ed e’ sempre il Baronetto a sottolineare questo scorretto modo di operare : «non e’ avvenuta in tutti gli altri paesi che Paul e la sua band dovevano visitare tra maggio e giugno. Mentre nel resto d’Europa chi aveva acquistato un biglietto per un concerto di McCartney è stato rimborsato, in Italia questo non è successo.

Il decreto “Cura Italia” prevede infatti che per gli spettacoli cancellati a causa del coronavirus, l’organizzatore debba emettere un buono (“voucher”) di pari importo, spendibile per uno o più eventi entro 18 mesi. . I soldi provenienti dalla vendita dei biglietti in Italia sono esclusivamente trattenuti dai promoter locali». In effetti, è una singolarità tutta italiana: all’estero le modalità sono diverse e, anche nel caso dei voucher, vi è sempre il margine della possibilità di scelta da parte dello spettatore.

In un paradigma inglese si potrebbe dire Dio salvi il goveno italiano.


LondonONEradio live 24h

Current track
TITLE
ARTIST

Background