Prof. Andrea Crisanti: “Dire che il virus è morto è un neologismo inesistente nella scienza”

Written by on 8th July 2020

Londra (Roberta Chiatti) – Il Prof. Andrea Crisanti è intervenuto in esclusiva su LondonONE radio per fare chiarezza sugli ultimi sviluppi Covid-19 in Italia. Al momento, l’Italia ha fatto molti progressi diventando il Paese più sicuro in cui vivere rispetto al Regno Unito,  ma il Prof. Crisanti ricorda che il virus non è stato sconfitto.

Diversi esperti, come ad esempio il Prof. Zangrillo, hanno diffuso l’idea che il coronavirus in Italia è morto contrariamente a quelli che sono i dati giornalieri dei decessi e dei contagi presenti nel mondo. Il Prof. Andrea Crisanti, si è sottratto, cosi come molti altri, a questa teoria dichiarando: “Dire che il virus è morto è un neologismo che non esiste nella scienza” .

Dopo aver analizzato casi di focolai locali in Italia e in Inghilterra – che secondo il Prof. Crisanti ora sono gestiti in maniera corretta e tempestiva – il consulente scientifico della regione Veneto ha spiegato che la scienza mette “da sempre in discussione le conoscenze acquisite, perciò” – spiega il Prof. in diretta – “è normale  che i ricercatori o gli scienziati abbiano opinioni divergenti, anzi è salutare per il progresso della scienza”. Tuttavia Crisanti aggiunge che affermazioni sulla morte del virus “sono funzionali ad interessi” e si discostano dalla ricerca scientifica.

“Dire che il virus è morto è una cosa indimostrabile” ha ripetuto il Professore,  che ha dimostrato come il virus si sta propagando anticipando anche quello che ci aspetterà da settembre in poi.

 


LondonONEradio live 24h

Current track
TITLE
ARTIST

Background