Post

Share this post

Amadeus per la prima volta all’Arena di Verona con “ARENA ’60 ’70 ’80”

Roberta Chiatti (Londra) – Per la prima volta all’Arena di Verona, il 12 e 14 settembre 2021, Amadeus condurrà ARENA ’60 ’70 ’80”, due serate evento per rivivere tre decenni iconici della musica italiana degli anni  ’60, ’70 e ’80. 

“ARENA ’60 ’70 ‘80” conferenza stampa del 1/07/21

Le due serate, organizzate dal team di “Arcobaleno Tre”  guidato da Niccolò Presta, rappresenteranno un evento unico in cui 6000 spettatori celebreranno in presenza i grandi successi italiani e internazionali degli  anni ’60, ’70 e ’80 con gli stessi artisti che hanno reso famose le loro canzoni.

Al contrario di ciò che alcuni potrebbero pensare, non si tratta di uno spettacolo nostalgico, anzi è più che attuale, come lo stesso Amadeus ha sottolineato in conferenza stampa dove ha svelato alcuni nomi dei protagonisti che vi parteciperanno.

Infatti sono tanti gli ospiti che si alterneranno sul palco e  i primi nomi confermati sono: gli EUROPE, che con la loro “The Final Countdown” hanno segnato un’epoca, GAZEBO, star della disco con brani come “I Like Chopin” e “Masterpiece” e poi ancora due Signore della musica italiana del calibro di LOREDANA BERTÈ e PATTY PRAVO e la coppia formata da UMBERTO TOZZI e RAF che con le sue hit ha fatto ballare intere generazioni. 

Amadeus è molto emozionato e felice di quello che accadrà il 12 e 14 settembre  perchè sarà la sua prima volta all’Arena di Verona e rappresenterà un ritorno a casa. Si, perchè a Verona ha trascorso gran parte della sua vita dai 6 anni fino a poco più di 20 anni, quando partì per Milano dove iniziò a lavorare al fianco di Claudio Cecchetto a Radio Deejay.

Amadeus e Claudio Cecchetto

Verona è la città dove nacque la sua passione per la radio e dove iniziò a lavorare presso emittenti radiofoniche locali come “Blu Borgo Star”: “che poteva essere ascoltata solo a Borgo Veneto” –  ricorda con il sorriso Amadeus.  Verona  è la città dove proprio all’Arena conobbe Vittorio Salvetti , noto produttore TV.

“Nei primi anni ’80, all’Arena di Verona ho conosciuto Salvetti che mi ha presentato Claudio Cecchetto […] Salvetti è stato il mio secondo padre e lui mi insegnò la direzione artistica, imparai molto in quei primi 5 anni insieme a lui”

Dal giorno in cui conobbe Salvetti e Cecchetto la vita di Amadeus prese una piega totalmente diversa e sempre in ascesa fino ad arrivare ad oggi che torna a Verona nel ruolo del dj.  Molte delle canzoni protagoniste di “ARENA ’60 ’70 ‘80”, sono le stesse che proponeva nelle serate in discoteca all’inizio della sua carriera e poi quando si è fatto strada nel mondo della radio. Da dietro una consolle, che sarà uno dei nuclei fondamentali della scena, Amadeus farà ascoltare il suo repertorio da dj-vocalist, la sua playlist, un meraviglioso diario sentimentale articolato anche dai suoi incontri con gli ospiti.

Ora che le cose “sembrano” andar un po’ meglio e si parla di ripartenza in Italia, è giusto invitare tutto il paese ad una festa unica, attuale e ricca di divertimento come solo noi in Italia sappiamo fare. “ARENA ’60 ’70 ‘80” sarà anche trasmessa in TV su RAI 1 il 2 e 9 ottobre e i biglietti per assistere agli spettacoli sono disponibili sul circuito Ticketone  in prevendita. 

Londonone radio sky
Londonone radio sky

Archives