Post

Share this post

Inghilterra Germania: ma il protagonista e’ il principino George annoiato

Londra ( Nicola Bonamico) L’inghilterra con un 2-0 manda a casa la Germania  e va ai quarti di finale dell’Europeo 2020 il 3 Luglio a  Roma.  Dopo 55 anni l’Inghilterra ha preso la sua rivincita, battendo una Germania stanca, forse troppo convinta ma di fatto non emozionante.

Giocare in casa aiuta, ma di certo anche un gioco determinato e fiato lungo danno il loro contributo in una Inghilterra che  giocava per la quarta volta nel torneo a Wembley, dove ha conquistato il primo posto nel Gruppo B da imbattuta. La Germania, per contro, ha esordito con una sconfitta ma è riuscita a classificarsi seconda nel Gruppo F, anche se ha avuto bisogno di un gol del pareggio nel finale alla terza giornata.

Inghilterra Germania LIVE: sintesi, tabellino, moviola e cronaca del match

Southgate  innescata dal nuovo entrato Grealish è Shaw a servire a Sterling l’assist per il gol dell’1-0 al 75′. Esulta anche il principe Williams in tribuna.  Poi il capitano inglese segna il secondo goal e mette al sicuro la partita e i quarti.

IL PRINCIPE GEORGE

In tribuna reale c’e’ il principe William, la moglie kate, beckham, Ed Scheeran e  poi lui il principino George, con giacca, cravatta, 7 anni e per la prima volta vede giocare nel tempio del calcio per un Europeo l’Inghilterra. Le telecamere e i fotografi sono anche per lui, che spesso ruba la scena nei momenti piu’ down della partita.

George ci regala sempre dei sorrisi, con le sue espressioni buffe ma sincere. Durante la partia si annoia mentre gli altri esultano, forse il frastuono dello stadio non e’ proprio la sua confort zone.

Ad un certo punto forse si sveglia dalla noia, vede suo padre esultare come un “matto” sua madre esultare, tutti che ridono e applaudono e allora anche lui timidamente e composto, ride e applaude.

Poi torna serio, come per dire :” scusate, io sono il principe George,si quello che in futuro – futuro saro’ Re, e voi chi siete?”

“Solidarietà al povero George che non ne può già più all’inno”, “Molto contento di essere allo stadio comunque”: sono solo alcuni dei commenti apparsi su Twitter.

La rete si scatena come sempre, e’ gia’ stato fatto l’astag #georgemood.