Post

Share this post

Simone Biles, la ginnasta americana mette la sua salute mentale al primo posto

Sabrina Kay (Londra) – La ginnasta americana Simone Biles, soprannominata “THE GOAT” grazie alle sue doti straordinarie, si ritira dalle finali di Olimpiadi femminili per concentrarsi sulla sua salute mentale. 

Simone Biles

La giovane atleta di 24 anni, dopo essersi esibita nel suo primo giro durante le finali, ha ammesso di non stare bene.

“Non sto bene oggi, ma ho la fiducia nel resto del gruppo. Sanno di potercela fare e dimostrare tanto.”

Sembrerebbe che l’atleta abbia dei fantasmi da sconfiggere  e che non le permettono di proseguire il suo percorso sportivo. La mente, dopo di tutto, viene prima dell’allenamento fisico e se un atleta non è concentrato o non ha la facoltà di farlo serenamente, di conseguenza si riscontrano problemi in gara.

 

“Ci hai reso così fieri. Applaudiamo la tua decisione di priorizzare il tuo benessere mentale e ti garantiamo il massimo supporto”  – commenta così Sarah Hirshland, l’amministratore delegato del Comitato Olimpico e Paralimpico degli Stati Uniti.

Biles ha vinto in totale 30 medaglie Olimpiche Mondiali e Regionali e le mancano quattro podi per diventare la ginnasta più decorata nella storia.

In molti hanno trovato il suo gesto coraggioso.  Soprattutto i colleghi nel mondo dello sport, dove parlare della salute mentale e´ ancora tabù.